L’apprendimento delle lingue straniere

Esistono persone ma anche etnie che imparano le lingue con maggior facilità di altre? Spesso per imparare una lingua ci affidiamo soltanto all’apprendimento mnemonico, che altrettanto spesso è la causa del nostro insuccesso. Secondo Tomatis il segreto dell’acquisizione delle lingue straniere è l’educazione all’ascolto! “Non si può imparare una lingua straniera se non la si ascolta come l’ascolta una persona di lingua madre” o meglio non impariamo le lingue se il nostro orecchio non si accomoda all’ascolto di altre bande passanti, cioè ad una frequenza sonora diversa da quella che siamo abituati ad ascoltare.

I popoli di lingua slava sono i migliori poliglotti, perché sono allenati ad ascoltare una gamma più ampia di suoni. Essi possiedono un’audizione che usufruisce di una banda tra i 100 e gli 8 mila herz, che rende il loro orecchio allenato a riconoscere i suoni in diverse lingue straniere, ecco perché sono facilitati a sentire e a imparare più di una lingua straniera.

Attraverso la Mozart-pedagogia, il metodo Tomatis stimola l’orecchio a sentire  con maggior chiarezza quei suoni non utilizzati abitualmente nella nostra lingua.